grapeGli antiossidanti proteggono il nostro corpo diminuendo la frequenza di reazioni chimiche ossidative potenzialmente dannose causate dai radicali liberi.

Per quantificare il potere degli antiossidanti degli alimenti il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense ha elaborato un test apposito, il “test Orac” (Orac è l’acronimo di Oxygen Radicals Absorbance Capacity, ovvero della capacità di assorbimento dei radicali liberi dell’ossigeno).
Una corretta alimentazione dovrebbe prevedere l’assunzione di circa 5000 ORAC.

In generale, gli alimenti con un elevato valore di assorbimento dei radicale dell’ossigeno contengono più antiossidanti di alimenti con valori più bassi; in natura esistono molti cibi ricchi di antiossidanti in grado di aiutare a contrastare le azioni prodotte dai radicali liberi che oltre ad essere la causa dell’invecchiamento possono essere la base di partenza per molte patologie anche più gravi, come tumori e malattie degenerative.

 

 

 

Ecco la classifica ORAC:

Succo di uva nera (1 bicchiere) 5216 ORAC

Mirtilli (1 tazza) 3480 ORAC

Cavolo verde cotto (1 tazza) 2048 ORAC

Spinaci cotti (1 tazza) 2042 ORAC

Barbabietola cotta (1 tazza) 1782 ORAC

More (1 tazza) 1466 ORAC

Cavoli di Bruxelles cotti (1 tazza) 1384 ORAC

Succo di pompelmo (1 bicchiere) 1274 ORAC

Fragole (1 tazza) 1170 ORAC

Succo di arancia (1 bicchiere) 1142 ORAC

Arancia 1 = 983 ORAC

Susina 1 = 626 ORAC

Patata arrosto 1 = 575 ORAC

Avocado 1 = 571 ORAC

Uva nera un grappolo = 569 ORAC

Peperone 1 = 529 ORAC

Kiwi 1 = 458 ORAC

 

Comments are closed.